Perché continuare ad investire nel marketing durante una recessione economica?

Investire nel marketing durante recessione economica

Stai pensando di risparmiare un po’ di soldi smettendo di investire nel marketing durante questa recessione economica? Pensaci due volte prima di farlo. Le aziende che hanno smesso o smetteranno di promuovere le loro attività verranno dimenticati!

Siamo nel bel mezzo di un territorio inesplorato: una pandemia globale che sta durando da ben 10 mesi. Non c’è dubbio che la nostra vita sia cambiata. Alcune aziende sono state colpite duramente, mentre altre stanno effettivamente crescendo (soprattutto nel settore dell’e-commerce) e altre ancora vivacchiano in attesa di tempi migliori.

Quando le nostre vite e le nostre attività vengono messe sottosopra, tendiamo a metterci in posizione di “difesa”. Ci preoccupiamo che le nostre attività riescano a sopravvivere al caos, quindi è comprensibile voler tagliare tutte le spese ritenute inutili e prepararsi al peggio. Non dobbiamo sentirci in colpa per queste reazioni. Si tratta di “sopravvivenza”, quindi è normale che ci comportiamo così istintivamente.

È vero, non sappiamo cosa ci riserverà il futuro. Ci sono così tante cose fuori dal nostro controllo al momento. Tuttavia, vorrei offrire uno spunto su cui ragionare: gli investimenti in comunicazione, marketing e le migliorie e integrazioni da fare sul vostro sito web non sono tra le cose che dovrebbero essere soppresse o sospese in questo momento. In effetti, ci sono molte ragioni per cui questo è il momento perfetto per continuare a far funzionare al meglio le tue piattaforme digitali.

Investire nel marketing

Le persone trascorrono più tempo sui social media

Uno studio fatto in questo periodo di blocchi più o meno lunghi (lockdown) mostra un forte aumento dell’utilizzo dei social media. Questo ha senso se ci pensi: quasi tutti quelli che possono, adesso lavorano da casa in smart working, e mentre lavorano da casa seguono anche gli eventi attuali sui social media e, di conseguenza utilizzano i social media per raggiungere i loro colleghi e i loro cari.

Se la tua attività gestisce campagne sui social media (Facebook, Instagram, TikTok e chi più ne ha più ne metta…), ora potrebbe essere un ottimo momento per raddoppiare i tuoi sforzi e investire nel marketing su queste piattaforme! L’attenzione del pubblico è elevata e la concorrenza potrebbe scegliere di “mettersi in pausa”, offrendoti un’opportunità unica per farti notare. Meno concorrenza, più possibilità di emergere con investimenti più bassi del normale.

Fidelizzare potrebbe essere più facile in questo momento

In mezzo a tutta questa incertezza, le persone sono alla ricerca di soluzioni e ispirazione ovunque possano trovarle. Non vediamo l’ora che arrivi il giorno in cui potremo socializzare di nuovo e vedere la vita tornare alla normalità. Questo è il momento ideale per creare contenuti che ispirino e aiutino il tuo pubblico a guardare avanti nei giorni a venire. Creare contenuti positivi e che diano speranza.

Che tu sia nel B2B o nel B2C o in entrambi, i principi classici dell’inbound marketing non sono cambiati: fornire valore. Anche nell’era del “distanziamento sociale” puoi raggiungere i tuoi clienti e potenziali contatti. Pensa a tutte le persone che potrebbero conoscere il tuo marchio lavorando da casa.

Adesso, per esempio, potrebbe essere il momento giusto per lanciare quella fantastica nuova offerta, corso, podcast, e-book, serie di video, webinar o altro possano aiutare il tuo pubblico a superare le sfide. Potrebbe essere un’opportunità perfetta per lanciare contenuti in grado di costruire la tua mailing list, il tuo pubblico personalizzato sui social media, i tuoi abbonati ai podcast, i tuoi follower su YouTube e qualsiasi canale attorno al quale stai costruendo una tua community.

Le persone nei settori B2B e B2C, in questo momento, stanno cercando soprattutto speranza. Sul web hai una posizione unica: puoi essere parte della soluzione e fornire loro l’aiuto che stanno cercando. Dopo che avremo superato tutto questo, quando tutti usciranno dalla crisi e torneranno a pieno ritmo nei loro affari, tu sarai stato parte della soluzione. E tutto questo ti servirà per trasformare quell’aiuto in entrate per la tua azienda. 

Non stai solo creando e condividendo contenuti o creando un elenco di contatti; stai costruendo relazioni con i clienti.

Il marketing non va in pausa: è un motore che va alimentato

In tempi di crisi, si è tentati di pensare al marketing come a un interruttore che può essere attivato, disattivato, o messo in pausa. Un qualcosa che possiamo mettere in attesa, per poi riprendere da dove avevamo interrotto quando le cose saranno diventate più stabili. Ma non è così che funziona.

Il marketing è un motore che si avvia lentamente e poi aumenta lo slancio mentre lo fai girare. Più si aggiunge carburante e più slancio si guadagna, più sarà veloce ed efficace.

La chiave di volta è la convinzione di sostenere i tuoi sforzi per raggiungere il successo a lungo termine.

Se improvvisamente si ferma tutto, è necessario ricominciare da capo costruendo lo slancio da zero. Se i tuoi clienti o potenziali contatti non ti sentono da un po’, potresti dover raddoppiare i tuoi sforzi per riconquistare la fedeltà del tuo pubblico. E se la tua concorrenza continua durante questi strani tempi, potresti dover riguadagnare posizioni. Hai perso l’equilibrio; tutto il lavoro che hai fatto per consolidare la tua posizione nel tuo mercato, l’hai buttato dalla finestra.  

Piuttosto che fermarti e non investire nel marketing, è consigliabile mantenere o addirittura aumentare i tuoi sforzi in modo da correre forte quando la tempesta passa. In questo momento, il tuo marketing è il miglior investimento che puoi fare per la tua azienda.

Il tuo sito è pronto?

C’è una cosa da considerare quando ti appresti ad aumentare la tua presenza sui social media e le tue iniziative per investire nel marketing: il tuo sito è pronto ad accogliere nuovi clienti? Potrebbe essere il momento di considerare l’aggiunta di nuove pagine o landing pages dedicate per ottimizzare il processo di conversione.

Non ha senso aumentare i tuoi sforzi nell’investire nel marketing se non sei preparato per un afflusso di nuovi contatti. È come versare troppa acqua in una vasca da bagno: sicuramente traboccherà e farà un gran casino.

Le aziende si stanno reinventando per necessità

Mentre alcune aziende in questo momento stanno purtroppo lottando per la sopravvivenza, altre stanno impiegando questo tempo per reinventarsi. Dai ristoranti ai birrifici ai negozi al dettaglio, molte aziende B2C stanno orientando le loro azioni in risposta al Covid-19 in innumerevoli modi.

Le aziende B2B sono meno colpite e in qualche modo prosperano. Molti settori, in particolare la tecnologia, stanno riscontrando una domanda senza precedenti poiché i lavoratori fanno del loro meglio per lavorare in remoto e mantenere il collegamento con i loro team.

Questo è il momento perfetto per tornare alla tua proposta di valore unica. Cosa puoi offrire adesso che nessun altro può? Questo è ciò che ha reso il tuo marchio di successo prima della pandemia. Come puoi prendere quel valore unico e renderlo sicuro e accessibile durante l’allontanamento sociale? In quale modo creativo puoi aiutare i tuoi clienti? Quando offri un servizio, un prodotto o un modo diverso di fare business, devi necessariamente investire nel marketing su internet.

Sì, ci sono molte notizie negative là fuori, non ci sono dubbi. Ma ci sono anche alcune incredibili opportunità se ti prendi il tempo di osservare in larga scala.

Una recessione è il momento giusto per aumentare la quota di mercato

A nessuno piace pronunciare questa parola ad alta voce, ma è praticamente sicuro che stiamo assistendo ed assisteremo a una recessione durante e dopo questa pandemia.

Quando ciò accade, la concorrenza probabilmente ridurrà gli investimenti. Questa è la tua occasione per guadagnare terreno. Ancora una volta, hai l’opportunità di continuare a far girare il volano e mantenere il tuo slancio.

L’aumento della spesa in marketing e pubblicità durante una recessione può ripagare.

Molte aziende famose come Amazon sono diventate i leader incontrastati nel loro settore vedendoli investire nel marketing durante le recessioni. E ora sono praticamente inarrestabili.

È una tua decisione

Quindi, cosa dovreste fare tu e la tua azienda in questi strani e imprevedibili momenti storici? Solo tu puoi rispondere a questa domanda. Ci sono molti fattori su cui lavorare, inclusi il flusso di cassa e le situazioni finanziarie che tengono conto di dove puoi e dove non puoi spendere denaro. 

Tuttavia, se è fattibile e realistico continuare a investire nel marketing, o addirittura aumentarlo, in questo momento, potrebbe ripagare in modo esponenziale nei mesi e negli anni a venire.

Ti sono stato di ispirazione per i tuoi dubbi sull’investire nel marketing durante una recessione economica? Dimmelo nei commenti o scrivimi una mail a [email protected]!
Contattami

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

2 risposte

  1. Credo che il post si possa riassumere in ‘le aziende si stanno reinventando per necessità’.

    A differenza di pochi anni fa, per un business, andare avanti ignorando le potenzialità della rete non è più una strada percorribile .

    Buon lavoro,
    Federico Magni (aka SEOProf)

    1. È proprio vero. Ma spesso e volentieri, mi capita di trovare aziende che non prendono per niente in considerazione il web, se non l’essere su Facebook!!! So che è assurdo nel 2021, ma spesso è così!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indice dei contenuti

Giacomo Mazzoni - Consulente SEO e Web Marketing
Assistenza via chat
Invia con WhatsApp