Posizionamento immagini su Google. Perchè è importante.

Posizionamento immagini su Google

Avete mai sentito parlare di posizionamento immagini su google? Fare SEO anche per le immagini è importante in diversi settori, scopriamo come fare.

Posizionamento immagini su Google

Così come per gli URL testuali, che si possono posizionare all’interno di Google Web (ricerca tradizionale), le immagini possono essere posizionate su Google Immagini (e relative controparti per gli altri motori di ricerca).

In questo caso, quindi, si procederà con alcune configurazioni di base e alcune indicazioni tecniche che vengono fatte al fine di ottenere un posizionamento immagini sui motori di ricerca.

Fondamentale per certi target

Ovviamente non è fondamentale indicizzare le ClipArt che vengono utilizzate per abbellire e arricchire di colori un sito, ma è cruciale ad esempio indicizzare le immagini di una vetreria artistica, perchè alcuni target cercano proprio nello specifico per immagini prima ancora di andare a visitare le pagine web o leggere descrizioni tecniche.

Avere nomi di file coerenti

Le regole d’oro per l’indicizzazione e del conseguente posizionamento immagini, riguardano due attività fondamentali: nome e descrizione. Il nome del file cui l’immagine fa riferimento è importante per avere da subito le parole chiave per le quali farla trovare.

Specificare descrizione e testo alternativo

Anche la descrizione testuale e il testo alternativo dell’immagine sono importanti (attributi title e alt del tag <img>). Anche in questo caso, è necessario inserirle per cercare di ottenere posizionamento per quelle determinate immagini.

Sitemap per le immagini

Quando le immagini sono tante e il fine ultimo è la loro indicizzazione o posizionamento, bisogna sicuramente procedere con l’inserimento di queste in sitemap. Non servono particolari modifiche: si possono integrare direttamente nella sitemap principale o creare una nuova sitemap appositamente per loro (il problema degli url duplicati, in questo caso, non si pone). Generalmente, la seconda soluzione è quella adottata dai CMS principali come WordPress.

Nella sitemap per immagini ci sono dei tag specifici per veicolare descrizione e testo alternativo, come si fa nel codice sorgente.

Tempi di indicizzazione

Per via dei numerosi filtri che Google applica quando si fa la ricerca per immagini (dimensione, colore, SafeSearch, ecc…), l’indicizzazione iniziale dei contenuti di tipo immagine è molto più lenta rispetto a quella dei contenuti. Si può dover aspettare anche qualche mese prima di poter ottenere il risultato che ci interessa.

In ogni caso, dovendo mettere le immagini in sitemap e dovendo segnalare la sitemap in Google Search Console, si può sempre controllare lo stato di avanzamento del processo di indicizzazione direttamente dalla console di quest’ultimo.

Se vuoi maggiori informazioni o una consulenza riguardo il posizionamento immagini, contattami tramite il form qui sotto o tramite la pagina contatti del sito.
Contattami

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indice dei contenuti