Ottimizzazione per i motori di ricerca: piccola guida SEO

Ottimizzazione per i motori di ricerca: piccola guida SEO

Il concetto di ottimizzazione per i motori di ricerca è stato introdotto in modo che le aziende e gli imprenditori potessero aumentare il loro traffico web e posizionarsi più in alto nei risultati di ricerca.

Il bello dell’ottimizzazione per i motori di ricerca è che può essere assolutamente gratuita (organicamente), pur essendo un ottimo modo per rendere il tuo sito web professionale e visibile agli utenti. Scopri come padroneggiare la SEO con questi piccoli suggerimenti:

Produci contenuti di qualità

Se non hai un blog, creane uno. Più contenuti hai, maggiore sarà la visibilità del tuo sito web. Se non hai tempo per gestire le tue “esigenze” di ottimizzazione per i motori di ricerca, considera di assumere un professionista. Tuttavia, scegli sempre la qualità piuttosto che la quantità. Anche se produci contenuti frequenti, i tuoi “follower” non lo leggeranno a meno che non sia interessante. Per coinvolgere i tuoi lettori, devi assicurarti di gestire alcune questioni:

Utilizza un tono colloquiale

Mentre parli con i tuoi lettori di un argomento, utilizza domande retoriche, frasi brevi e un linguaggio semplice. Non fare il “professore”, parla con loro! Ciò aggiungerà un tocco personalizzato alla tua scrittura, facendo sentire i lettori più coinvolti.

Utilizza i “whitespace” in modo corretto

Secondo i maggiori esperti, l’utilizzo corretto dei “whitespace” nei paragrafi è una delle funzionalità più trascurate e sottovalutate del web design. Il concetto è semplice: più “whitespace” utilizzi, maggiore sarà la leggibilità dell’utente.

Quindi, testi troppo “appiccicati”, nessuno spazio tra i paragrafi e un’interlinea poco “marcata”, sono tra i maggiori fattori di difficile leggibilità dei testi.

Aiuta i tuoi lettori

Come puoi aiutare i tuoi lettori e produrre contenuti SEO-friendly? Facciamo il mio esempio. Il mio è un sito di un freelance che tratta di ogni aspetto riguardante la comunicazione via web (siti web, advertising, social media, ecc…). Tuttavia, il mio blog contiene articoli che spaziano tra vari argomenti riguardanti l’informatica in generale (come velocizzare internet, come scegliere un dominio, e notizie riguardanti l’attualità del settore web).

Pubblicando contenuti su diversi argomenti (indipendentemente dal fatto che possano essere collegati al mio settore di business) i miei articoli verranno indicizzati, posizionati e condivisi tramite link organicamente, migliorando così il posizionamento organico del mio sito web.

Pubblica guest post

Il guest posting è uno dei modi più “semplici” per migliorare la tua SEO, quindi assicurati di avere gli “amici giusti” nel tuo settore. Ci sono due cose che devi tenere a mente quando intraprendi la strada del guest posting:

Pubblica su blog autorevoli

Dal momento che i blog più autorevoli sono classificati più in alto nei risultati di ricerca, la loro pubblicazione garantirà che i tuoi contenuti siano visibili a molti lettori.

Seleziona il giusto pubblico di destinazione

Ok, hai trovato una forma di collaborazione con un blog autorevole su cui ospitare i tuoi guest post. Ma se non attira il pubblico di tuo interesse, è una collaborazione fruttuosa? La tua scrittura sarà efficace solo se pubblichi contenuti pertinenti rivolti alle persone giuste.

Collabora con influencer

Se le prime due strade sembrano non funzionare, c’è questa terza strada. Le persone vogliono qualcuno che possa essere un punto di riferimento, qualcuno di cui si possano fidare. Idealizzano celebrità, blogger, esperti ben istruiti e chiunque abbia un’alta autorità o status.

Supponi di essere nel settore “beauty”. Diventare in qualche modo “partner” con i migliori influencer del settore della bellezza, può fare in modo che i tuoi contenuti raggiungano le masse e conseguentemente anche la SEO del tuo sito web migliorerà.

Assicurati che la struttura dei link interni funzioni

Ci sono siti web che non vengono aggiornati da anni. Il loro design è obsoleto, si caricano lentamente e, soprattutto, i loro link interni non funzionano.

Un link interno è un collegamento ipertestuale che punta a un’altra pagina sullo stesso sito web. Tuttavia, a volte quando i visitatori provano ad aprire una pagina web, vedranno un “errore 404” (pagina non trovata). Questo si chiama collegamento interrotto (broken link in inglese), un motivo comune alla base della cattiva user experience di un visitatore. Per evitare che ciò accada, è buona norma aggiornare costantemente il proprio sito web e tenere traccia dei broken link.

Free Broken Link Checker è un ottimo strumento (gratuito) per identificare e correggere i collegamenti interrotti del tuo sito web. Inoltre, sarebbe opportuno affidarsi ad una agenzia web per aggiornare la propria immagine sul web.

Genera backlink

Quando un sito web pubblica un link di un altro sito web, viene chiamato backlink. Le pagine con un elevato numero di backlink tendono a posizionarsi più in alto sui principali motori di ricerca, tra cui Google. Ci sono due cose che devi accertarti quando hai a che fare con i backlink:

  • Replica i backlink della concorrenza per classificarti più in alto;
  • Genera backlink organicamente tramite social network, guest post e altro per creare una diversificazione.

Sfrutta le potenzialità del digital marketing

Facebook è uno dei tanti “luoghi” in cui puoi potenziare i tuoi contenuti pagando la piattaforma tramite le Facebook ADS. Il 74% degli esperti di marketing pensa che il marketing sui social media è generalmente efficace per la propria attività.

Allo stesso modo, puoi utilizzare Instagram per pubblicizzare con immagini accattivanti i tuoi contenuti rivolti agli utenti che potrebbero essere potenzialmente interessati al tuo business. Cerca di “commercializzare” il tuo prodotto o servizio in base all’età, alla posizione e ad altri dati demografici in modo che la tua pubblicità online raggiunga il pubblico giusto.

Allo stesso modo, gli annunci pay-per-click sono anche un altro ottimo modo per aumentare la tua visibilità sui motori. Adottando questa strategia, i tuoi annunci verranno visualizzati nella prima pagina di un motore di ricerca, migliorando così la percentuale di clic.

Crea autorità

Il modo migliore per creare autorità è “infondere” fiducia. È probabile che le persone credano maggiormente a qualcuno che sa di cosa sta parlando. L’esempio perfetto è Salvatore Aranzulla. Dai un’occhiata al suo blog e noterai come il suo stile di scrittura sia la ragione della sua fama. Il suo blog è l’ideale per chi cerca di risolvere qualsiasi questione legata al settore dell’informatica e del “tech”.

Concludendo: creando autorità, indirizzerai organicamente il traffico verso il tuo blog, migliorando così l’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Utilizza meta title e description

Ci sono due motivi per cui le meta descrizioni e i titoli sono cruciali per il successo del tuo sito web.

In primo luogo, un titolo crea la prima impressione, quindi deve essere per forza accattivante. Il tuo obiettivo è quello di migliorare la percentuale di clic verso il tuo sito. Un CTR (click-through-rate) migliore aiuterà la tua pagina web a posizionarsi più in alto. Le statistiche mostrano che titoli più lunghi, purché contengano la focus keyword all’interno, tendono a favorire un CTR migliore.

Il secondo motivo per cui i titoli sono cruciali per la tua ottimizzazione per i motori di ricerca è che Google può facilmente “decodificare” i tuoi contenuti, classificandoli così più in alto quando gli utenti li cercano. Assicurati di utilizzare le intestazioni H1 e H2 con parole chiave pertinenti che gli utenti potrebbero cercare.

Utilizza parole chiave forti e posizionale in modo strategico

Quando gli utenti cercano una parola o una frase specifica, Google classifica i contenuti, tra le altre cose, in base al numero di volte in cui la parola chiave cercata è stata utilizzata su ciascuna pagina web. Tuttavia, è necessario posizionare strategicamente le parole chiave per assicurarsi che il tuo sito web abbia un posizionamento più elevato:

Inserisci le parole chiave all’inizio del contenuto

Questo piccolo accorgimento può aiutarti a classificare meglio la tua pagina web rispetto ad altre con la stessa quantità di parole chiave.

Utilizza le parole chiave giuste

Scopri cosa cercano i tuoi clienti. Se stanno cercando la “migliore mountain bike”, utilizza più volte questa “chiave di ricerca” nei tuoi contenuti.

L’importante è comunque non esagerare. Se inserisci troppe parole chiave nei tuoi contenuti, Google potrebbe temporaneamente classificare il tuo sito web più in alto, ma rischieresti di violare le norme di Google. Non esiste un limite prestabilito per l’uso delle parole chiave, ma assicurati di non esagerare o rischierai di essere penalizzato.

Puoi utilizzare questo strumento gratuito per la ricerca delle parole chiave: Keyword Tool.

Assicurati che il tuo sito web offra una User Experience ottimale

Questa è una delle cose più importanti per l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Ricorda sempre che il successo deriva dal rendere felici e appagati i tuoi clienti o potenziali tali. Se ti concentri sul fornire loro la user experience ottimale, otterrai molto probabilmente un posizionamento sui motori migliore. Per essere professionale nel tuo approccio, assicurati di considerare quanto segue:

  • Avere una bassa frequenza di rimbalzo
  • Pochi pop-up e annunci
  • Un ottimo web design del sito
  • Un’ottima navigazione e usabilità del sito
  • Avere un sito responsive
  • Avere un alto tasso di conversione

Conclusione

L’ottimizzazione per i motori di ricerca è sicuramente una delle attività più complesse del panorama della comunicazione web. Un buon posizionamento è qualcosa che anche le startup possono raggiungere anche con il “fai da te” e quindi sfruttarlo a proprio vantaggio anticipando rapidamente i propri concorrenti. Non considerare l’importanza di questo strumento è sicuramente un errore, perché la visibilità sul web è fondamentale di questi tempi.

E tu, cosa ne pensi riguardo l’ottimizzazione per i motori di ricerca? Fai da solo, oppure ti affidi a un professionista o a un’agenzia? Nel secondo caso, contattami! 😉
Contattami

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Indice dei contenuti